fbpx

“Ho aperto un e-commerce ma non è arrivato neanche un ordine, come mai?”. Accade sempre più spesso che arrivino in agenzia dei clienti che ci pongono questa domanda, convinti che mettere online i propri prodotti, significhi anche trovare dei clienti pronti ad acquistare. Come e a chi vendere tramite e-commerce? Perchè un e-commerce non funziona? Come promuovere un e-commerce? Sono tutte domande importanti a cui proviamo a rispondere in questo articolo. 

 

Ecco perchè non basta un e-commerce per vendere online: strategie e consigli.

Mettere online un ecommerce non vuol dire automaticamente vendere. Eppure sono ancora tante oggi le aziende o i privati che aprono un sito di vendita online pensando che basta essere presenti nel mercato globale per avviare flussi commerciali. Oppure che basti controllare ogni tanto gli ordini che arrivano e organizzarsi per spedire la merce. Non è così: chi vuole aprire un e-commerce deve pensarlo come un vero e proprio negozio, anche se è solo sul web, che necessita di tutte le attività di un’attività commerciale tradizionale, oltre alla cura di ogni piattaforma digitale.

Ecco cinque cose da non sottovalutare per chi vuole avviare un e-commerce.

  1. Come funziona un e-commerce? Prima di avventurarvi nella scelta della piattaforma migliore per l’ecommerce che volete aprire (tra le più usate ci sono WooCommerce e Prestashop) e degli specialisti che possano costruirlo, pensate il tempo e le energie che potete dedicargli. Aprire un e-commerce è un’operazione che vi impegnerà qualche giornata per stabilire il catalogo prodotti, i termini e condizioni di vendita, la privacy policy, le modalità di pagamento e di spedizione; tuttavia si tratta di operazioni che, una volta svolte, non vi daranno più pensieri se non per eventuali aggiornamenti. Ciò che è veramente impegnativo è mantenere vitale il vostro e-commerce. Come? Costruendo un rapporto con i clienti, attivando adeguata assistenza, rispondendo alle loro domande; inoltre un ecommerce non può funzionare senza un adeguato piano di promozione (e per questo andate al punto n.2).
  2. Come promuovere un e-commerce? Non basta aprire un e-commerce per vendere: occorre promuoverlo. Come? attraverso adeguate campagne di digital e web marketing: social media, blog, newsletter, adv Facebook e Instagram, sono tanti gli strumenti utili per fare arrivare i vostri prodotti a chi li cerca e potrebbe comprarli. Prima di tutto, però, occorre un’analisi iniziale del vostro marchio e del vostro pubblico (vedi punto n.3), del budget a disposizione (vedi punto n. 4) e…una strategia! Senza un piano strategico frutto di analisi precisa, non sarà possibile generare vendite in maniera continuativa, ma soprattutto non sarà possibile fidelizzare i clienti. 
  3. E-commerce per vendere online…a chi? Essere presenti sul web non vuol dire avere un pubblico, anzi. Qualunque sia la nostra presenza, commerciale o non, il pubblico va costruito con tempo, pazienza, contenuti utili e interessanti. Non servono acquisizioni di like di massa e non si può trasformare in breve tempo una serie di prodotti in un ecommerce di successo. La prima azione da sviluppare, meglio se con grande anticipo rispetto alla messa online dell’ecommerce, è acquisire e fidelizzare il proprio pubblico. Un pubblico che ci conosce si fiderà e apprezzerà meglio i nostri prodotti. Voi lo avete fatto?
  4. Che budget ho bisogno per vendere online con il mio e-commerce? Ovviamente non esiste una risposta standard. Bisogna distinguere i costi di costruzione dell’ecommerceda quelli di promozione dell’ecommerce. Per costruire il vostro e-commerce meglio evitare le piattaforme standard e avvalersi di professionisti che abbiano un’esperienza specifica: costruire un ecommerce, non vuol dire solo assemblare dei moduli, ma essere esperti di SEO per farvi trovare da chi cerca i vostri prodotti, conoscere i meccanismi di marketing, intendersene di fotografia per scegliere le migliori immagini e di User Experience per semplificare l’acquisto del cliente, ma anche sapere i fondamenti della privacy policy e dei meccanismi di logistica…
  5. Testi per e-commerce: non bastano delle parole messe in fila! I testi per il tuo e-commerce sono particolarmente importanti: servono a informare, catturare l’attenzione, farti conoscere, raccontare la tua identità, creare una relazione con il cliente e rafforzarla. NO a errori o descrizioni grossolane, ma NO anche a sole informazioni commerciali: un eommerce è anche una presentazione per la tua azienda, che deve farsi conoscere nella sua visione e nei suoi valori per essere apprezzata. Scrivere dei testi efficaci vuol dire partecipare alla strategia di costruzione e promozione del vostro progetto, ma soprattutto saper unire architettura dell’informazione e storytelling. Una sfida complessa ma non impossibile.

E il tuo e-commerce come funziona? Verifica i nostri consigli e implementali per far funzionare meglio il tuo ecommerce.

Per migliorare la tua strategia, parti da un’analisi del tuo sito: te la regaliamo noi! Vai su www.reputationlab.it, in fondo alla pagina troverai il modulo da compilare per avere un check up completo della tua presenza online.

Vuoi conoscere le novità su social media, siti web, blog, e-commerce? Iscriviti alla nostra newsletter: aggiornamenti di settore, preziose anticipazioni e case histories di successo.

Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con 3° parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Consulta la Privacy Policy.