Ultime news dall’Inghilterra: Kate e William hanno deciso di aprire un canale YouTube per coinvolgere la loro community. Scopriamo l’atto rivoluzionario dei due membri della Royal Family.

Il 2020 è stato un anno turbolento per Buckingham Palace: l’uscita dalla monarchia inglese di Harry e Megan ha mostrato al mondo che le famiglie perfette (alla Mulino Bianco) non esistono. Se da un lato Harry e Megan hanno mostrato un carattere anticonformista, dall’altro lato Kate e William continuano a dare un’immagine tradizionale, regale e familiare. La voglia di mostrare questo lato umano al pubblico mondiale è stata resa manifesto da un atto quasi rivoluzionario: l’apertura di un canale YouTube, The Duke and Duchess of Cambridge. Una scelta di successo sostenuta da una vasta community, creata nel tempo attraverso un attento lavoro sul personal branding della famiglia reale.  

 

Il personal branding della Royal Family

La Royal Family ha costruito nel tempo un personal branding impeccabile, che l’ha resa una delle famiglie più famose al mondo. Insieme alla promozione dell’immagine di tutti i componenti, la notorietà è dovuta anche al loro impegno in cause solidali: da quelle sulla tutela dell’ambiente, fino al sostegno delle persone più fragili, seguito assiduamente dai tabloid.
Gli aspetti della vita della Royal Family, dunque, sono da sempre sotto gli occhi di tutti, così nel 2013 ha scelto di rivelare personalmente gli affari di famiglia con una pagina su Instagram che vanta  ben 10,1 mln di followers. I contenuti del feed variano da informazioni in tempo reale sulle attività e vicissitudini personali di ciascun componente della famiglia, fino ai matrimoni. 

 

Hold Still: da libro a format YouTube

Una delle pagine social più seguite sui membri della famiglia reale è quella di Kate e William con quasi 13 milioni di followers. I due, consapevoli di avere una solida community, hanno deciso di aprire da circa una settimana anche un canale YouTube in cui predomina il format Hold Still (Tieni ancora duro). Una serie ispirata al libro di Kate Middleton pubblicato il 30 marzo 2021, incentrata sugli scatti fotografici inviati dagli utenti inglesi, che mostrano istanti della propria routine durante il primo lockdown. I ricavi del libro, nato in collaborazione con National Portrait Gallery, andranno in beneficenza a un’associazione che si occupa di curare i disturbi mentali. Il canale YouTube, invece, contribuisce a rafforzare la loro immagine. Vediamo perché…

 

 

Kate, William e la community 

Hold Still di Kate ha raccolto 31.000 proposte inviate dagli utenti. Come mai questi dati smisurati? Perché naturalmente la Royal Family gode già di una salda reputazione e perché le persone si sono sentite vicine ad un tema che ha colpito tutti indistintamente. La forza della community sta proprio in questo: far sentire qualcuno parte di un grande progetto e di una visione condivisa di pensieri, interessi e ideologie.

L’online ha facilitato questo processo, soprattutto durante la pandemia, diventando luogo di aggregazione, di affermazione dell’identità e riconoscimento. Kate e William, nonostante titolo nobiliare, sono stati capaci di intercettare stati d’animo condivisi e pian piano hanno creato la loro community, che continuerà a seguirli anche sul loro canale YouTube.

Kate e William con il canale YouTube hanno  rafforzato e dato una svolta rivoluzionaria al loro personal branding, che fa leva sulla tradizione, sui forti legami affettivi e sull’attivismo legato al sostegno di tematiche attuali. L’azione che potremmo definire di brand activism, (se pensiamo alla coppia reale come un brand) ha in pochi giorni raggiunto un grande successo e il motivo è sempre lo stesso: condividere valori reali con la propria community costruita nel tempo. 

 

Vuoi conoscere le novità su social media, siti web, blog, e-commerce? Iscriviti alla nostra newsletter: aggiornamenti di settore, preziose anticipazioni e case histories di successo.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per finalità commerciali e di marketing