Ufficio stampa per attività ristorative, come sceglierlo?

Ufficio stampa per attività ristorative, come sceglierlo?

Posted by Clara Minissale | 18 Aprile 2019 | Digital, Reputazione aziendale
ufficio stampa per la ristorazione

Immaginate di avere un ristorante e di volere far sapere ad un pubblico di appassionati, esperti e potenziali clienti chi siete e cosa fate.
La prima scelta saggia da fare è quella di affidarsi a professionisti della comunicazione: un ufficio stampa per attività ristorative.

 

Cugini, parenti, amici di amici, a meno che non siano esperti della materia, avranno al loro arco una sola freccia: quella della gratuità o di un lavoro a prezzi stracciati; l’assenza di competenze, statene certi, non produrrà i risultati sperati.
Già, i risultati.
Ma cosa può chiedere uno chef o un ristoratore ad un esperto di comunicazione o ad un addetto stampa?
Cosa è legittimo aspettarsi se si affida la comunicazione a chi ne ha fatto un mestiere?
La risposta più ovvia è che ci si aspetta che il ristorante e/o lo chef comincino ad essere conosciuti, il loro nome cominci a girare nei
giusti canali, insomma che di questo ristorante si cominci a parlare.
Legittimo, ma non sufficiente.

Per avere un’immagine e perché questa sia consolidata nel tempo, occorre creare apposite strategie di comunicazione.

È un lavoro di cesello che va fatto giorno dopo giorno utilizzando tutti gli strumenti che un comunicatore ha a disposizione: sito internet del
ristorante, pagine e profili social, eventi, comunicati stampa e, ultimo ma importantissimo, la rete di contatti personali costruita nel tempo.
Un primo step , fondamentale, è quello di conoscere approfonditamente il ristoratore, lo chef e tutto ciò che ruota attorno al ristorante.
Se c’è qualcuno che deve farsi un’idea compiuta di tutto è proprio l’addetto stampa, perché se non è bene informato, se non ha le idee chiare su chi ha davanti, la sua storia, il tipo di cucina, i piatti che realizza e così via, difficilmente potrà costruire una strategia di comunicazione efficace.
È necessario conoscere molto bene punti di forza e punti di debolezza per comunicare i primi ed irrobustire i secondi, parando i colpi, se fosse necessario.
Solo dopo avere recuperato tutte le informazioni possibili e visto con i propri occhi locale, servizio, piatti, sarà possibile sedersi a tavolino
e ragionare sulle strategie da seguire ed il pubblico da conquistare.
ufficio stampa sicilia
L’immagine che ne verrà fuori dovrà essere coordinata, coerente  e perseguire il fine che la comunicazione si è dato, sia che si tratti di farsi conoscere dai propri concittadini, sia che si tratti di  ambire ad un posizionamento più alto nel ranking mondiale dei ristoranti.
Tutto deve essere tenuto sotto controllo: Facebook, Instagram, (l’amato-odiato) Tripadvisor, Google my business, Twitter, qualità
delle foto e dei filmati.

Un buon ufficio stampa per attività ristorative deve sapere cosa succede nel mondo del food and wine e seguire, quando è possibile, i trend di comunicazione più efficaci per “stare sempre sul pezzo”.

Deve essere veloce, perché spesso la tempestività diventa una opportunità di essere inclusi in un articolo, un reportage, uno speciale.
Di importanza fondamentale, in questo caso, sono la rete di contatti e relazioni con il mondo della stampa specializzata e la capacità di comprendere chi può essere interessato a quella data notizia e chi no.
L’addetto stampa deve intessere un racconto intorno allo chef e al ristorante che sia quanto più interessante possibile per attirare l’attenzione della stampa specializzata su quel locale, quello chef e, anche qui, lavorare di cesello affinando i rapporti personali con i
colleghi, che devono sapere di avere a che fare con un professionista serio e affidabile.
E se non ci fosse una notizia sulla quale puntare? Un bravo comunicatore la crea osservando il lavoro dello chef, chiacchierando
con lui, contestualizzando il suo operato. Anche un evento può diventare notizia se lo si connota in qualche modo, se gli si dà una…
personalità.

Le relazioni – cuoco/addetto stampa; addetto stampa/colleghi – sono lo strumento più importante per una comunicazione efficace.

I contenuti si creano con professionalità e competenza.

Related Blogs

Posted by monica | 17 Luglio 2019
Eravamo preparati a salutare Andrea Camilleri, che da qualche settimana era ricoverato in ospedale. Chissà se siamo preparati a gestire la grande eredità che lascia al mondo della cultura ma,…
personal branding
Posted by santina-giannone | 27 Maggio 2019
Una recente ricerca negli USA dimostra come la disponibilità dei CEO (e più in genere dei manager) delle grandi aziende a esporsi sui temi sociali e a partecipare al dibattito…
Haidilao esperienza cliente
Posted by santina-giannone | 07 Marzo 2019
L'esperienza del cliente diventa uno dei motivi fondamentali di scelta dei marchi. Attenzione, cura, velocità e assistenza sono le parole d'ordine anche per le piccole aziende che vogliono innovare e…