Tempo della reputazione aziendale, oltre le riunioni c’è di più

Tempo della reputazione aziendale, oltre le riunioni c’è di più

Posted by Santina Giannone | 2 Gennaio 2018 | Reputazione aziendale

5 regali da fare alla tua azienda nel 2018 per fare funzionare la reputazione. La prima: tempo per pensare e programmare, prima che per fare (riunioni).

Il tempo delle cose “fatte” nella reputazione aziendale è solo l’ultimo tassello di quelle “pensate, analizzate, programmate”. Il primo abbonda in azienda, ma il secondo?

Spesso la distinzione tra il tempo professionale da quello personale risulta una grande fatica; anche quello che è stato destinato alla vita privata, spesso, viene spesso intaccato da problemi di lavoro. Di che tempo stiamo parlando, quindi?

Essere completamente immersi nelle questioni aziendali spesso altera la visione di un processo stratificato, in cui non tutto può avere la stessa importanza e la stessa urgenza . Ogni cosa rischia, in questo modo, diventare uno dei mille piccoli punti interrogativi da risolvere prima possibile per dedicarsi al prossimo.

Ci sono delle fasi, nella gestione della reputazione aziendale  che hanno bisogno di un altro tipo di tempo : organizzato, meditato, costantemente distribuito. Il tempo che più spesso manca da parte dei titolari aziendali come interlocutori per il nostro lavoro di consulenti di reputazione aziendale è, ad esempio, quello dei feedback (sarà possibile sperimentare una causa di responsabilità sociale d’impresa?), dell ‘ analisi e del commento dei report (perché alla fine di una campagna, o con step intermedi, vi incontrate con i vostri consulenti per la discussione dei report, vero!?), della definizione dei prodotti / servizi da promuovere ( il menu che ci ha passato sarà definitivamente temporaneo?), delle scelte (sito nuovo si o no? L’idea del concorso Instagram che era tanto piaciuta, sarà stata anche approvata, con relativo budget?).

Ancora troppo spesso il tempo da parte di chi gestisce un’impresa è pesato sulla base di della presenza fisica, piuttosto che della programmazione e del raggiungimento (o non raggiungimento, ma ragionato!) dei risultati

Certo che un tempo così è molto più impegnativo. Ma è l’unico veramente proficuo per lavorare alla reputazione in maniera efficace.

… azienda, gestore, responsabile: ci riservate più tempo nel vostro flusso di lavoro e meno briciole (e riunioni?).

 

Santina Giannone
About The Author

Santina Giannone

Santina Giannone, giornalista e dottore di ricerca in Scienze Cognitive, si è specializzata in Ufficio Stampa e Media Relation presso la Business School del Sole24Ore. Si occupa da anni di consulenza d’impresa con una particolare attenzione al settore del food&wine. Ha inoltre curato la creazione e gestione di eventi culturali e di alcuni progetti nazionali di responsabilità sociale d’impresa.

Add a comment

*Please complete all fields correctly

Related Blogs

trend ristorazione 2019
Posted by santina-giannone | 30 Agosto 2019
La ristorazione è un settore che ha bisogno non solo di competenze specifiche, ma anche di una visione all'avanguardia su servizio, comunicazione, conoscenza del cliente e capacità di creare nuovi…
Posted by santina-giannone | 17 Luglio 2019
Eravamo preparati a salutare Andrea Camilleri, che da qualche settimana era ricoverato in ospedale. Chissà se siamo preparati a gestire la grande eredità che lascia al mondo della cultura ma,…
personal branding
Posted by santina-giannone | 27 Maggio 2019
Una recente ricerca negli USA dimostra come la disponibilità dei CEO (e più in genere dei manager) delle grandi aziende a esporsi sui temi sociali e a partecipare al dibattito…