Seo e Instagram, l’unione fa la forza dei contenuti! La piattaforma guarda  all’ottica di motore di ricerca con l’indicizzazione per parole chiave. Scopriamo di cosa si tratta ed i trucchi per ottimizzare una pagina social, prima dell’arrivo di questa novità anche in Italia.

 

Il podio nel mondo digital per un sito? Possiamo dire all’unisono quello della Serp (la prima pagina dei motori di ricerca). Un traguardo che fa gola a molte aziende, pronte a sgomitare con i loro pagine web ottimizzate con parole chiave strategiche in ottica Seo

Senza esagerare, possiamo dire che l’uso corretto delle keyword è una partita a scacchi in cui, però, le regole sono sempre differenti. Ebbene, in questa lotta quotidiana all’ultima mossa, Instagram ha deciso di aiutare gli utenti a fare scacco matto con le loro pagine social ed i contenuti performanti. Come? Attraverso la ricerca dei contenuti per keyword. Questa novità, non ancora in Italia, annunciata lo scorso anno è già attiva nel Regno Unito, in Canada, in Irlanda e negli Stati Uniti, e può rivelarsi una risorsa per il business dei professionisti sulla piattaforma. 

Il “torneo” strategico per la ricerca delle parole chiave può avere inizio. 

 

Come funziona la ricerca delle keywords per la Seo su Instagram?

Quando parliamo di ricerca delle parole chiave su Instagram, l’istinto degli utenti privilegia sempre la ricerca di contenuti per hashtag o nomi utente. La novità introdotta dal social sarebbe quella di poter fare questa ricerca anche attraverso le parole chiave inserite nelle didascalie di foto e video. Ad esempio, se digitate  la parola chiave “vacanze al mare” invece di #vacanzealmare, spunteranno nei risultati di ricerca tutti i post a tema. 

Della serie les jeux sont faits, anche senza l’hashtag!

L’algoritmo, però potrebbe fare le bizze alle richieste soggettive degli utenti, perché la sua funzionalità é ancora poco chiara; dunque, non allarmatevi se invece di un paesaggio marino, vedete qualche cucuzzolo nei risultati di ricerca.

I fattori nella lente del nuovo sistema di ricerca

Secondo quanto affermato da un portavoce della piattaforma a The Verge, il nuovo sistema di ricerca è limitato agli argomenti di interesse generale e alle parole che rientrano nelle linee guida di Instagram ed anche ad alcuni fattori. Tra questi ci sono:

  • il tipo di contenuti;
  • le didascalie;
  • la data di pubblicazione. 

Per raggiungere questo obiettivo, Instagram si affiderà ad un sistema che sfrutta l’apprendimento automatico per mostrare sempre i contenuti pertinenti ai gusti dell’utente.

 

L’impatto della Seo su Instagram per il business 

Cari amici impegnati nel business, arriviamo a voi!

Pare che le potenzialità di questa novità sono utili ad analizzare i competitors, ad interagire con contenuti in target o essere trovati da potenziali clienti. Embè?, direte. Questa funzione c’era anche prima con gli hashtag; la differenza sostanziale, però, è che tutti gli aspetti sopra citati possono essere amplificati, grazie all’algoritmo che tiene conto del contenuto complessivo.

 

Consigli pratici per ottimizzare una pagina Instagram

In attesa che la ricerca di parole chiave in ottica Seo per Instagram arrivi anche in Italia, vogliamo svelarvi dei trucchi per ottimizzare in modo ottimale le vostre pagine social. Eccone alcuni:

  1. Keyword principale nel nome e username. Se avete una pagina di  “makeup”, inserendo questa parola chiave nel nome e username, ci sono maggiori probabilità di comparire nei risultati di ricerca tra gli account suggeriti e farai breccia nell’algoritmo di Instagram;
  2. Keyword secondarie per descrivere l’immagine; usa una didascalia, che sia coinvolgente, di qualità e con le parole chiave secondarie.
  3. Keyword secondarie e correlate nella bio, Le keyword secondarie per la SEO sono quelle parole che derivano dalla keyword principale: con l’aggiunta di un termine (prima o dopo) definiscono un sotto argomento della parola chiave principale. Dovranno essere pertinenti e rilevanti per la tua attività. 
  4. Usa gli hashtag come parole chiave. Oltre ad inserire gli hashtag relativi all’immagine, dovresti inserire il tuo marchio e le sue keyword specifiche. 
  5. Metti l’alt text nelle tue foto, prima di condividere una foto, nella sezione “Impostazioni Avanzate” potrai cliccare sotto “Accessibilità”. Qui, ci sarà l’opzione “Scrivi il testo alternativo” dove puoi inserire dettagliatamente quello che si vede nell’immagine, utilizzando le parole chiave per cui vuoi essere cercato.

 

Uno studio delle parole chiave per il tuo sito ed un piano editoriale pensato ad hoc, saranno le chiavi della tua comunicazione. Se vuoi saperne di più contattaci a lab@reputationlab.it e ti aiuteremo a vincere la tua partita con la strategia migliore.

 

 

Vuoi conoscere le novità su social media, siti web, blog, e-commerce? Iscriviti alla nostra newsletter: aggiornamenti di settore, preziose anticipazioni e case histories di successo.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per finalità commerciali e di marketing